Destinatari del progetto saranno:

  1. portatori di interesse, decisori pubblici e politici di ogni Paese: istituzioni / organizzazioni / società / PMI / autorità pubbliche locali / rappresentanti dei Ministeri dell’Istruzione / scuole / asili / sindacati;
  2. docenti (formazione professionale e non), formatori, mentori, scuole, associazioni di insegnanti e / o sindacati, fornitori di formazione professionale, fornitori di formazione degli insegnanti / organizzazioni responsabili della formazione professionale e non, enti locali, ecc.

I veri beneficiari saranno gli studenti (presenti e futuri) impegnati in percorsi di formazione professionale.

Questo progetto permetterà di sensibilizzare sul tema delle pari opportunità, con un focus particolare sulla formazione professionale, e promuoverà l’imprenditorialità femminile come soluzione per ridurre il distacco di genere nei tassi di occupazione. Per raggiungere l’ obiettivo fissato dalla strategia Europa 2020 (tasso di occupazione del 75%), particolare attenzione deve essere data alla percentuale di donne imprenditrici, al momento pari al 33% (30% in caso di start-up), ancora troppo bassa perchè quella imprenditoriale venga considerata come una possibilità di carriera davvero rilevante. Le giovani donne dovrebbero trarre vantaggio dalla crescente enfasi riposta oggi sull’imprenditorialità quale insieme di  competenze di base che le scuole dovrebbero insegnare a tutti gli alunni, ragazze o ragazzi.

Lo sviluppo della cultura imprenditoriale è sempre più incorporato nelle politiche comunitarie ed è questo nuovo approccio che il progetto sperimenterà tra i partner, le istituzioni e le scuole coinvolte.